Serie A, finalmente!

Ormai è ufficiale: la Serie A riparte con i recuperi il 20-21 giugno. Finale di Coppa Italia il 17.

Il comunicato Lega Serie A:

 “L’Assemblea della Lega Serie A si è riunita oggi alla presenza di tutte le 20 società collegate in video conferenza. I club hanno accolto con soddisfazione il via libera alla ripresa della Serie A TIM comunicato ieri dal Ministro Spadafora e hanno votato all’unanimità la disputa dei 4 recuperi della sesta giornata di ritorno (Atalanta-Sassuolo, Hellas Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma) nel weekend del 20/21 giugno e la programmazione dell’ottava giornata di ritorno a partire da lunedì 22 giugno. Inoltre, accogliendo l’auspicio del Ministro Spadafora, l’attività sportiva della stagione 2019/2020 riprenderà da subito con la Coppa Italia, la cui finale è programmata per il giorno 17 giugno. Date e orari delle gare saranno resi noti dalla Lega Serie A nei prossimi giorni”.

Vieri e Maldini in diretta Instagram

I due parlano di gestione del corpo. Vieri:” Materazzi mi manda una dieta”. Il campionato riprende o no? Chiede Vieri. “Il campionato deve provare a riprendere e finire la stagione. Altrimenti sarebbe un disastro”. Si parla poi del Milan di Sacchi.

Maldini:”La mia è una bella storia al Milan. Da mio padre ai miei figli. Mi sono realizzato come calciatore e uomo al Milan. Ci sono stati momenti difficili ma non ho mai pensato di andar via. Poi ho iniziato a stare male – ho degli stecchini al posto dei polpacci – alla fine ho deciso di smettere a 41 anni. Ho vinto tanto ma lo sai che io sono il giocatore più perdente della storia? Ho perso 3 finali champions e 3 finali  Intercontinentale, una finale Europeo, finale Mondiale. Poi mi ricordo quella finale di Marsiglia.”

Serie A in ripartenza ma che calcio sarà?

Avevamo già riportato sull’idea di uno stop immediato della serie A. Sky ci prova con lo sconto per Sport e Calcio ma sarà calcio vero oppure una mera copia dell’originale?

Ci sarà agonismo in campo? Si giocherà con le mascherine? Distanziamento sociale? Assurdo, lo so. Se queste regole valgono per tutti allora dovrebbero valere anche per il calcio. Come si diceva Freddy Mercury “The show must go on”. Lo spettacolo deve continuare ma sarà spettacolo oppure una brutta copia di quello di una volta?

Vieri e Cassano diretta Instagram

Cassano – che si taglia i capelli a zero ne dice di alcune molto interessanti.

-“Lautaro al Barça? Bobo, Per quelle cifre lo venderei – Poi se mi danno Artur e poi prendo Cavani a Zero e Umtiti e Langlais”
-“Mi vergogno della giacca che indossai a Madrid”.

Poi chiede a Vieri:” E’ giusto riprendere la Serie A?”
Vieri:”Prima la Salute – Chissenefrega del Campionato”.
Cassano”La fase 2 non centra niente col calcio – devono fermare tutto”.

Poi scappa la pubblicità di Amazon Prime, dove vedere il film del Brasile.

Tonali al Milan? Ci vogliono 50 milioni

Come riporta calciomercato.com portarlo via dal Brescia non sarà semplice. Cellino prima dell’emergenza voleva 50 milioni, una cifra che non potrà abbassarsi di molto perché la concorrenza è forte e il prezzo lo fa il mercato.

Tonali è giovane, talentuoso e ambizioso, ha l’identikit da Milan – a questo va aggiunto il legame forte con i colori rossoneri che non ha mai nascosto.  L’idea è quella di abbassare il prezzo con l’inserimento nella trattativa di una o più contropartite gradite al Brescia, oltre alla parte cash.